I soci fondatori

Adriana Barbato, Tiziana Assante, Paolo Assante, Gennaro Assante, Daniela Artusi, Roberta D’Aquino, Diva Di Nanni, Daniela Sorrentino

Lo statuto (estratto)
TITOLO II: OGGETTO E SCOPO

Articolo 4

L’Associazione è un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) che persegue fini di promozione culturale e sociale ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. 460/97 mediante lo svolgimento di attività di seguito descritte dirette ad arrecare benefici alle persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psiche, economiche, sociali o familiari.
In particolare l’Associazione mira alla:

  1. tutela, promozione e valorizzazione delle cose d’interesse artistico e storico di cui alla legge 1 giugno 1939, n. 1089, ivi comprese le biblioteche e i beni di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 settembre 1963, n. 1409 attraverso l’organizzazione e la gestione di eventi culturali, iniziative ed azioni (come ad esempio convegni, incontri di studio, pubblicazione di scritti volti alla divulgazione di contenuti storico-artistici) volti a sviluppare la conoscenza del patrimonio storico-artistico nonché attraverso la promozione di iniziative volte al recupero di strutture, opere e monumenti e alla organizzazione delle forme più idonee per la tutela degli stessi, attività tutte destinate ad arrecare benefici esclusivamente alle persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psiche, economiche, sociali o familiari;
  2. tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente, con esclusione dell’attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi di cui all’articolo 7 del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22, attraverso l’organizzazione e la gestione di iniziative volte a sviluppare la conoscenza e la tutela del patrimonio naturalistico regionale e nazionale;
  3. promozione della cultura e dell’arte rivolte esclusivamente a persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari, attraverso l’organizzazione e la gestione di eventi culturali come itinerari culturali e ogni altra iniziativa intesa a valorizzare la cultura non solo regionale ma anche nazionale;
  4. svolgere attività di istruzione, rivolta esclusivamente a persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari, attraverso l’organizzazione di rassegne, seminari, dibattiti, convegni, corsi, stages, seminari e la produzione di materiale informativo, didattico ed educativo.

Direttivo

- Presidente: Adriana Barbato
- Vicepresidente: Gennaro Assante
- Consulente scientifico: Tiziana Assante

per contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.